Concessionaria Autovega

Half-Track Fox, la seconda vita del Bulli cingolato

Un T1 così non si era mai visto. Per una volta non parliamo di motori elettrici, di modelli futuri e di tecnologia, ma di un appassionante recupero di un esemplare unico del Volkswagen Bulli che il reparto Classic Commercial Vehicles ha restaurato a 60 anni dalla sua costruzione. Sono stati costruiti almeno due esemplari del Bulli Half-Track Fox, ma solo uno è giunto ai giorni nostri. Ha fatto parte in passato della collezione del museo Porsche di Gmünd, ma solo nel 2018 è stato acquisito dalla Volkswagen Classic Commercial Vehicles che ne ha avviato il restauro integrale.

Quattro assali e cingoli per andare ovunque. Nel 1962, la Volkswagen costruì un esemplare standard del T1 destinato a un cliente austriaco. Poco tempo dopo, un meccanico Volkswagen, Kurt Kretzner, decise di modificare pesantemente il veicolo in modo che potesse essere utilizzato in fuoristrada e sulla neve in qualunque condizione: nacque così il Bulli Half-Track Fox a quattro assali, due dei quali con ruote da 13" dotate di cingoli e due gommati e sterzanti, dotati di pneumatici da fuoristrada da 14". L'ingegnosa realizzazione meccanica richiese ben quattro anni di lavoro e numerose modifiche alla carrozzeria, che sull'esemplare restaurato sfoggia un colore arancio conforme a quello scelto in origine dal progettista. Ognuna delle ruote è dotata di impianto frenante, inoltre il doppio assale anteriore permette di ottenere un raggio di sterzata di appena 10 metri. La trazione è integrale con un differenziale autobloccante automatico, mentre il motore è il 1.192 cc di serie da 34 CV. I rapporti corti necessari per l'uso dei cingoli limitano la velocità massima a 35 km/h, ma consentono di muoversi in qualunque condizione nonostante la potenza limitata. 




AutoVega Concessionaria Autovega


Sei interessato a quest'offerta?
Contattaci


Compila i dati con:







I contenuti correlati